Voglio Vivere Così Magazine
Guida lavoro per l'estero
Area 54 Marketplace
Isola di Maiorca

Europrogettazione: borse di mobilità all’estero per 50 studenti

lavorare in europa

L’Agenzia per il lavoro e la mobilità internazionale SEND, in consorzio con EU-GEN European Generation e nove atenei italiani in qualità di enti invianti, promuove 390 mensilità per borse di mobilità Erasmus+ nell’ambito del progetto “Universities for EU Projects”. Possono partecipare gli studenti e laureandi regolarmente iscritti al primo, secondo o terzo ciclo di studi (laurea triennale, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico, dottorato di ricerca, master universitario di primo e secondo livello) presso le Università del consorzio.

Il bando ha come obiettivo l’erogazione di borse di mobilità finalizzate allo sviluppo di competenze professionali riconducibili al settore dell’Europrogettazione, intesa come l’insieme di attività atte alla produzione, presentazione e gestione di proposte progettuali indirizzate all’Unione Europea in risposta ai bandi di finanziamento da essa pubblicati. Quello dell’Europrogettazione è infatti uno dei settori occupazionali più in forte crescita in Europa, nel quale si collocano professionalità di diverso tipo: dall’ingegnere gestionale al traduttore, dal ricercatore sociale all’esperto di amministrazione e marketing, dallo specialista in diritto comunitario al cooperatore internazionale.

La borsa offre: preparazione linguistica, preparazione tecnico professionale, orientamento specialistico sul vivere e lavorare in Europa, una banca dati di aziende europee che hanno già dato la propria disponibilità a ospitare stagisti per questo progetto e infine stage in aziende straniere nel settore dell’Europrogettazione. In particolare, i tirocinanti saranno impegnati nell’analisi dei fabbisogni e delle opportunità di finanziamento per l’azienda ospitante, e nello sviluppo di proposte di progetto. Sulla base delle candidature raccolte, SEND pubblicherà una graduatoria di assegnazione delle borse entro i 15 giorni successivi alla scadenza del bando. I vincitori della borsa riceveranno il regolamento di assegnazione, che sarà pubblicato assieme alla graduatoria e inviato via mail.

Gli atenei coinvolti nel progetto sono: la Ca’ Foscari di Venezia; l’Università degli studi di Cagliari, Catania, Macerata, Padova; Palermo, Parma, La Sapienza di Roma e l’Università degli studi di Trieste1. Diversi i Paesi in cui fare domanda. Nel primo gruppo ci sono Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda, Liechtenstein, Norvegia, Svezia e Regno Unito. Nel secondo rientrano: Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Paesi Bassi,Portogallo, Slovenia, Spagna. Infine nel gruppo 3 ci sono Bulgaria, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia,

Ci si può candidare entro le ore 24.00 del 26 febbraio compilando il formulario di candidatura reperibile a questo link: www.sondaggio-online.com/s/244c3b1. Al formulario bisognerà allegare i seguenti documenti: curriculum vitae formato Europass, in italiano e in inglese o nella lingua del Paese ospitante (per Spagna, Germania e Francia); auto-dichiarazione del possesso dei requisiti; lettera di disponibilità firmata da voi e dall’organizzazione ospitante; lettera di motivazione in italiano e in inglese o nella lingua del paese ospitante.

Per scaricare il bando e conoscere tutti i requisiti necessari alla partecipazione vi invitiamo a visitare la pagina dedicata a Universities for EU Projects.