Destini Oltreconfine - Videoblog degli italiani nel mondo
E-book
Isola di Ibiza
Isola di Malta

Mollare tutto per andare a vivere alle Canarie

isole-canarie

Mollo tutto per fare impresa e andare a vivere alle Isole Canarie grazie alle agevolazioni fiscali

Canarie, un posto al sole nell’ultra-periferia d’Europa.

Le isola Canarie per quanto evochino luoghi lontani ed esotici sono molto più vicine a noi di quanto l’immaginazione suggerisca, essendo un arcipelago, spagnolo, spagnolissimo!

Le cosiddette “islas afortunadas” (isole fortunate), grazie a un clima di eterna primavera, sono infatti una delle diciassette comunità autonome spagnole, situate a 150 chilometri a nord-est del Sahara occidentale e a più di 1.000 dalla Spagna.

Sono sette le isole principali che compongono l’arcipelago canario (tutte di origine vulcanica), considerate dall’Unione europea come regioni “ultra-periferiche” e suddivise in due province: Las Palmas e Santa Cruz di Tenerife.

Varietà di paesaggio, di clima e di cultura caratterizzano questi paraggi affascinanti. A Tenerife, il vulcano Teide, la vetta più alta di Spagna, regala nevicate con i suoi 3718 m di altezza. Ma Tenerife è anche la patria del carnevale più caliente, che si celebra al di fuori dei Caraibi, animato dalla consistente comunità venezuelana che ivi risiede; A Lanzarote predomina il paesaggio vulcanico, ma lo sfruttamento del territorio a scopi speculativi e turistici sta mettendo in serio pericolo il suo eco sistema; Fuerteventura è, senza ombra di dubbio, patria dei surfisti e tutta l’isola si compone di lingue di sabbia interminabili. Gran Canaria pullula di villaggi e complessi turistici e non c’è da stupirsi perché qui si concentrano le più belle spiagge di sabbia bianca, dorata o di roccia. A Las Palmas, il trekking nei sentieri è lo sport più praticato grazie alla sua conformazione montagnosa e alla presenza di ben tre vulcani: Taburiente, Cumbre Vieja, Cumbre Nueva. El Hierro è piccolissima ed è assurta recentemente alle cronache per la minaccia costante di un’eruzione del vulcano che si trova sotto il mare al largo delle sue coste. Recarsi lì è come rimanere in un limbo senza tempo, tra lucertole giganti sonnecchianti e i tipici alberi che assumono forme particolari inchinandosi al vento: i sabina (o ginepri). La Gomera offre una natura verde e preservata. Una grossa fetta dell’isola è occupata dal parco nazionale di Garajonay, iscritto al patrimonio mondiale dell’Umanità dell’Unesco.