Voglio Vivere Così Magazine
Guida lavoro per l'estero
Area 54 Marketplace
Isola di Maiorca

Europa

Cercasi esperti in elettronica ed esperti elettricisti per posto di lavoro in Germania

trasferirsi in germania

La BBS Personal Service GmbH azienda leader nel settore, e riconosciuta come una delle migliori per il servizio personalizzato, cerca personale per una società globale

Il candidato ideale deve essere in grado di realizzare quadri e cablaggi elettrici secondo le specifiche tecniche richieste dal cliente.

C
ompiti:
– Capacità di cablaggio della macchina, quadro e pannello comando bordo macchina
– Capacità di esecuzione di impianti elettrici per schemi

Profilo:

Diploma tecnico/elettronico (esperienza potrebbe sostituire il Diploma)
conoscenza base della lingua tedesca
lavorare indipendente e consapevole
Affidabilità e la responsabilità
Conoscenza informatica di base
Disponibilità a lavorare a turni

Offriamo:
lavoro a tempo indeterminato
Pagamento puntuale
ambiente di lavoro buono
Natale e vacanze pagate
Pagamento supplementare per lavori notturni, Domenica e nei giorni festivi
Alloggio (camera singola con bagno ed Internet)

Abbiamo suscitato il vostro interesse?
Non vediamo l’ora di ricevere la vostra candidatura!

Si prega di inviare la vostra candidatura a a.zarbo@bbs-personalservice.de

BBS Personal Service GmbH
Sternstraße 127
67063 Ludwigshafen
Telefono: 0621/54569614

Cell: 0152/21702690
Fax: 0621/54569711
Mail: a.zarbo@bbs-personalservice.de

http://bbs-personalservice.de/

L’azienda Bosch a caccia di talenti: ecco il master in Industry 4.0

lavorare in germania

Preparare i giovani altamente qualificati ad assumere un ruolo di rilievo nella nuova industria manifatturiera. Aperte le selezioni per l’innovativo programma “Industry 4.0 Talent Program” organizzato dalla nota azienda di elettrodomestici Bosch. I candidati selezionati saranno inizialmente assunti con un contratto di apprendistato di alta formazione di due anni, durante i quali frequenteranno un master esclusivo in Industry 4.0, presso il Cefriel – Politecnico di Milano. Si tratta del primo corso in Italia totalmente dedicato a questo tema promosso in collaborazione con un’azienda.

Durante il percorso formativo i neoassunti saranno impegnati per circa 50 giorni in aula e per circa 50 giorni in un progetto Industry 4.0 ad hoc (digitalizzazione delle macchine, data mining, IoT) legato all’innovazione. Inoltre, è previsto un periodo di formazione di 6 mesi in Germania, a Blaichach, uno dei plant d’eccellenza per l’Industry 4.0 di Bosch. Ai neo assunti questa esperienza internazionale permetterà di sviluppare soluzioni pratiche per migliorare le performance aziendali attraverso la digitalizzazione delle macchine e IoT. Inoltre, al termine del percorso, conosceranno in modo approfondito tutte le realtà del Gruppo Bosch e seguiranno progetti trasversali in ambito produttivo, commerciale entrando a far parte, così, del team di riferimento per tutte le tematiche riguardanti l’Industry 4.0.

Per il “Bosch Industry 4.0 Talent Program” saranno individuati 15 candidati in possesso di una laurea Magistrale conseguita in Ingegneria Meccanica, Elettronica, dell‘Automazione, Informatica, Meccatronica, Elettrica o in Matematica/Fisica. I candidati dovranno essere fortemente motivati e dimostrare doti di leadership, orientamento al risultato, spirito di gruppo, iniziativa, flessibilità, apertura mentale, passione per la tecnologia, forte interesse per i temi IoT, Industry 4.0 e curiosità per il mondo manifatturiero. Inoltre, sono richieste buone conoscenze informatiche e dei principali linguaggi di programmazione, la disponibilità alla mobilità nazionale e internazionale e un’ottima conoscenza della lingua inglese.

È possibile candidarsi al Bosch Industry 4.0 Talent Program, fino al 28 febbraio. Le selezioni si svolgeranno a partire dal mese di febbraio per le sedi Bosch di Milano, Torino, Bergamo, Cremona, Udine, Bari e Modena e si svolgeranno attraverso assessment di gruppo, colloqui individuali fino all’ultima prova di selezione che sarà un hackathon per testare le capacità informatiche, di programmazione e sviluppo software dei candidati. Con l’obiettivo di entrare in contatto con i migliori talenti in tutta la penisola, verranno organizzati assessment di gruppo anche in Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna, Lazio, Piemonte, Toscana, Marche e Abruzzo. I candidati scelti inizieranno il loro percorso formativo biennale il 20 marzo prossimo con la prima lezione del Master Industry 4.0 che si terrà in una aula speciale, ovvero nella sede di Bosch a Milano.

Chi è interessato può candidarsi al master attraverso il sito Bosch a questo indirizzo: http://bosch.easycruit.com/vacancy/1773459/22053?iso=it.

Spagna: lavoro a Ferrari Land, il parco dedicato al Cavallino

lavorare in Spagna

Si scaldano i motori per l’inaugurazione del più grande parco divertimenti dedicato al Cavallino rampante. “Ferrari Land” aprirà i suoi cancelli il prossimo 7 aprile a Tarragona, nella Spagna catalana. Si tratta del secondo parco – dopo il Ferrari World di Abu Dhabi – della casa automobilistica di Maranello. Il polo iberico occuperà una superficie di circa 60mila metri quadrati all’interno del più grande PortAventura Park, che si trova ad un’ora di macchina da Barcellona. Tantissime le attrazioni con cui adulti e bambini potranno avere una “Ferrari Experience”. Prima fra tutte l’acceleratore virtuale: si tratta della montagna russa più alta d’Europa (112 metri), sulla quale sarà possibile raggiungere i 180 km/h di velocità nel giro di appena 5 secondi, prima in direzione verticale e poi in discesa libera. Un’occasione unica per chi ha sempre sognato di provare il brivido di una partenza da Formula 1.

Ebbene in vista dell’estate la struttura è alla ricerca di diverse figure professionali. In particolare si cercano assistenti camerieri e addetti al self-service per il lavoro estivo nei ristoranti del PortAventura World. Le mansioni richieste riguardano la predisposizione della sala ristorante, l’accoglienza clienti, le pulizie e riordino reparto e spazi comuni, servizio cibi e bevande. Si tratta di una bella opportunità per quanti vogliano vivere una prima esperienza di lavoro all’estero o stanno pensando di trasferirsi in Spagna. A occuparsi delle selezioni è Eures, il portale dedicato alla ricerca del lavoro in Europa.

Le persone che vogliono partecipare alle selezioni dovranno possedere i seguenti requisiti: conoscenza della lingua spagnola (livello B2); conoscenza della lingua inglese (livello B1) e uso di applicazioni informatiche di base: Word, Excel, PowerPoint.

I candidati scelti saranno assunti con contratto a tempo determinato full-time di 40 ore settimanali della durata trimestrale, con inizio lavoro in data 24 giugno 2017 e fine in data 11 settembre 2017. Gli assistenti alla ristorazione riceveranno uno stipendio mensile al lordo di 1.116 euro. Inoltre, gli impiegati ritireranno dei buoni pasto del valore di 2.5 euro circa e sarà dato loro aiuto nella ricerca di un alloggio.

Chi volesse candidarsi per lavorare in Ferrari Land può inviare il Curriculum Vitae in spagnolo con foto, entro il 15 maggio 2017, all’indirizzo e-mail: eures@afolmet.it.

Imparare l’inglese a Dublino con EazyCity

trasferirsi a Dublino

Il modo migliore per imparare al meglio la lingua inglese è quello di immergersi completamente nella cultura di un luogo. EazyCity offre quest’opportunità con pacchetti che comprendono non solo un corso di lingua inglese ma anche l’alloggio presso una delle Host Families che si trovano in Irlanda. Al momento, EazyCity offre il 10% di sconto sui Pacchetti Host Family a Dublino, per tutte le prenotazioni effettuate prima del 28 febbraio, con check-in entro il 30 aprile. Per ottenere lo sconto è sufficiente inserire il codice sconto DUBLIN10 durante la procedura di acquisto.

Per maggiori informazioni consultare il seguente link:

http://dublin.eazycity.com/news/10-di-sconto-sui-pacchetti-corso-di-inglese-host-family-a-dublino

Lavoro in Spagna, concorso per amministratori e assistenti ad Alicante

lavoro Spagna

Amministratori e assistenti ad Alicante, cercasi. L’Ufficio europeo di selezione del personale EPSO ha infatti indetto un concorso per titoli ed esami finalizzato a costituire elenchi di riserva dai quali l’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale – EUIPO – attingerà per l’assunzione di nuovi funzionari in Spagna. Sono 145 i posti disponibili in totale. Gli amministratori e gli assistenti saranno impiegati in attività relative alla protezione dei marchi dell’Unione europea (EUTM) e dei disegni o modelli comunitari registrati (RCD), o prenderanno parte ad azioni di cooperazione e armonizzazione con gli uffici nazionali o regionali per la proprietà intellettuale nell’Unione europea, con i principali uffici per la proprietà intellettuale situati extra UE e con enti omologhi e partner internazionali. Nell’ambito dell’Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, istituito all’interno dell’EUIPO, potranno inoltre contribuire a iniziative di contrasto alle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale.

Per quanto riguarda il posto di Amministratori sono 70 le posizioni disponibili. Per candidarsi è necessario avere una formazione universitaria completa di almeno 3 anni, esperienza professionale di almeno 3 anni in materia di proprietà intellettuale di livello appropriato, attinente alla natura delle funzioni da svolgere.

Settantacinque, invece, i posti per Assistenti. I requisiti richiesti sono: diploma, minimo 3 anni di esperienza professionale in materia di proprietà intellettuale di livello appropriato, attinente alla natura delle funzioni da svolgere; oppure un livello di studi secondari attestato da un diploma seguito da almeno 6 anni di esperienza professionale in materia di proprietà intellettuale di livello appropriato, attinente alla natura delle funzioni da svolgere.

Le condizioni di ammissione per ciascun concorso saranno dapprima controllate sulla base dei dati forniti dai candidati nell’atto di candidatura elettronico. In un secondo momento, per i soli candidati ammissibili selezionati sarà effettuata la selezione in base alle qualifiche a partire unicamente dalle informazioni fornite nella sezione «valutazione dei talenti» dell’atto di candidatura. Le prove dell’Assessment Center comprendono una serie di test con domande a scelta multipla su computer e di prove per valutare le varie competenze. Ci saranno test per valutare la capacità di analisi, la risoluzione dei problemi e di comunicazione; per capire la capacità di produrre risultati di qualità, l’individuazione delle priorità e spirito organizzativo, la resilienza e la capacità di lavorare con gli altri.

Per partecipare alle selezioni occorre iscriversi tramite il sito dell’EPSO entro le ore 12 del 14 febbraio 2017 a questo indirizzo https://epso.europa.eu/home_it. Per ulteriori informazioni si rimanda al bando del concorso.

La Svizzera a caccia di fattorini: stipendio da 3700 euro

vivere e lavorare in svizzera

Cibo, quante opportunità. È ancora una volta il settore alimentare a offrire interessanti occasioni di lavoro. Bofrost, la nota catena tedesca che distribuisce surgelati tramite la consegna domicilio, è alla ricerca infatti di operatori da inserire nella sua sede in Svizzera. L’azienda nata nel 1966 in Germania, oggi conta uffici in dodici paesi dell’Unione Europea con oltre sei milioni di clienti. Proprio nell’ultimo periodo si sta espandendo nel Paese elvetico, dove impiegherà personale, principalmente nella figura di operatore/operatrice di vendita a domicilio per la consegna dei prodotti alla clientela. Da alcuni giorni, sul sito dell’agenzia di impiego italiana Adecco, è stato pubblicato un annuncio di lavoro per la ricerca di venti operatori di vendita per la famosa azienda tedesca.

Le figure ricercate, naturalmente, dovranno essere disponibili a trasferirsi in Svizzera e il loro impiego consisterà nello spostarsi con un mezzo messo a disposizione dall’azienda per recapitare a domicilio i prodotti aziendali e tentare di venderne dei nuovi. Le risorse dovranno anche occuparsi di fare i conti e inviare l’incasso giornaliero presso uno sportello bancario al termine della giornata lavorativa.

I candidati assunti saranno impiegati per un periodo iniziale di tre mesi presso una sede italiana della Bofrost dove verranno preparati e formati alla figura professionale richiesta, e successivamente potranno iniziare il loro nuovo lavoro in Svizzera. I turni di lavoro comprendono tutti i giorni feriali dal lunedì al venerdì, e lo stipendio mensile ammonta a 4000 Franchi Svizzeri, più o meno 3700 euro. L’azienda, inoltre, offre anche un alloggio completamente gratis per il primo mese di lavoro così da permettere a quanti si trasferiscono di cercare casa sul posto.

Come si legge sul sito, entrare in Bofrost, per le persone alla prima esperienza di lavoro e per le risorse in possesso di un bagaglio professionale, significa avere la certezza di acquisire una professionalità in un settore molto stimolante e in forte crescita, con la garanzia di occupare all’interno una posizione da leader.

Per candidarsi alla posizione di operatore di vendita presso la Bofrost è necessario aver conseguito la licenza media, cioè la scuola dell’obbligo, e avere la patente di tipo B. Per inviare la candidatura è possibile visitare il sito ufficiale dell’agenzia di lavoro Adecco a questo indirizzo: www.adecco.it/aziende-che-assumono/bofrost.

EazyCity: stage di sei mesi a Dublino

trasferirsi a Dublino

Questa è una grande opportunità per una persona motivata che ha voglia di entrare a far parte di una società giovane e dinamica come EazyCity.
Si tratta di uno stage di sei mesi a Dublino, non retribuito, con sistemazione in camera, fornita e pagata dalla società per tutta la durata del tirocinio.
Il candidato ideale dovrà possedere un’ottima conoscenza della lingua inglese e di un’altra lingua tra italiano, francese, spagnolo e portoghese. Dovrà essere ben organizzato, flessibile, con un grande spirito di squadra, dovrà lavorare a stretto contatto con il proprio team, in un ambiente dinamico e spesso sotto pressione. Dovrà aggiornare in maniera tempestiva e dettagliata il sistema aziendale, risolvendo anche eventuali problemi di manutenzione. Dovrà inoltre occuparsi di ordini e consegne, notificare in anticipo agli inquilini le ispezioni ed assistere i clienti nella fase di check-in e di check-out.
Il lavoro si svolge 5 giorni a settimana, dalle 9 alle 18, ed i giorni possono variare dal lunedì alla domenica.
Lo stage avrà inizio entro la fine del mese di Febbraio. Se interessati, si consiglia di inviare il proprio curriculum vitae al seguente indirizzo mail: silvia@eazycity.com, entro e non oltre il 27 gennaio 2017

Sei motivi per scegliere di andare a vivere e lavorare in Bulgaria

vivere e lavorare in Bulgaria

Andare a vivere in Bulgaria: ecco perchè sceglierla

1. Trasferirsi in una città IT-oriented o crearla da zero!

Quasi 200 città e piccoli paesi bulgari si sono spopolati nell’arco degli ultimi anni, molti altri scompariranno presto; ma, questa tendenza demografica, può essere modificata (e alle volte è già così) grazie ai nomadi digitali alla ricerca di luoghi tranquilli, con un basso costo della vita ed un’ottima connessione Internet in cui vivere. In Bulgaria, infatti, molte comunità locali sono pronte ad accogliere i nomadi digitali, aiutarli e farli innamorare di una vita intera circondati dalla natura incontaminata e da una comunità pronta ad aiutare ed a accogliere.

2. Avviare una start-up in Bulgaria

L’avvio di una start-up richiede tempo libero e denaro da investire. Se si dispone di un certo capitale allora essere start-up non è complicato nemmeno in alcuni dei Paesi più cari dell’occidente. Se però non si dispone di un grande budget iniziale, allora scegliere una Nazione con un costo della vita e della gestione fiscale minore potrebbe aiutare moltissimo. Pagare l’affitto non è una spesa enorme in Bulgaria. È possibile trovare un appartamento decente nella capitale per €200- €250 al mese, o €100 se si decide di condividere. Al di fuori di Sofia, i prezzi sono ancora più bassi e il vostro ufficio potrebbe benissimo essere la vostra stessa casa!

3. Godetevi una cultura che non è ancora così viziati dal consumismo

Il consumismo, per certi aspetti, sta lentamente distruggendo l’autenticità di moltissimi luoghi, specialmente per quanto riguarda i punti di aggregazione: ristoranti, centri commerciali, marchi di moda, prodotti alimentari, alberghi, etc. La Bulgaria, invece, sta continuando a mantenere alcune tradizioni molto salde e i bulgari stessi raramente cedono a sfaccettature del consumismo preferendo invece luoghi e servizi più tradizionali. Un’autentica cucina, la musica, i vestiti, le danze, la storia e l’architettura, tutto richiama la tradizione in questo Paese.

4. Imparare una lingua “esotica” con un proprio alfabeto

Con 2-3 milioni di bulgari che vivono all’estero, è difficile dire che il bulgaro possa essere una lingua utile da imparare ma c’è da dire potrebbe essere però una ottima base per capire meglio anche altre lingue dello stesso ceppo di appartenenza come lo slavo, il serbo, il croato, il macedone e persino un po’ di russo. Alcuni stranieri affermano persino che il bulgaro sia il linguaggio dell’amore e, anche se siete italiani, siamo convinti che potreste convincervi dell’affermazione.

5. Un ottimo clima (davvero!)

In Bulgaria, quasi un terzo dell’anno gode del sole e di un clima mite. Potrebbe sembrarvi strano ma la Bulgaria gode infatti di un ottimo clima e, in confronto ad altri Paesi dell’Europa come Belgio o Inghilterra, possiede più della metà di giorni di sole rispetto a loro. Più sole è anche sinonimo di buon umore, specialmente se siete meteoropatici come buona parte degli italiani!

6. Accettare una sfida

Quante volte vi siete detti “ho bisogno di uscire dalla mia zona di comfort e compiere un grande passo!” e non avete mai fatto niente? Forse è arrivato il vostro momento, quello che vi porterà a lasciare il vostro noioso lavoro d’ufficio da 9:00-18:00 e vi porterà sulla via dell’imprenditorialità all’estero. La Bulgaria non è un luogo facile ma di certo è una Nazione ancora “vergine” sotto molti aspetti ed è questo il momento di cogliere l’occasione!

7 cose che dovresti sapere se hai intenzione di andare a vivere in Germania

andare a vivere in germania

Trasferirsi in Germania, ecco alcuni consigli

Trasferirsi in un Paese straniero richiede preparazione e, all’inizio, forse persino qualche piccolo sacrificio e “mal di testa” ma sicuramente ne vale la pena. Vivere in un Paese in cui non siamo nati e per cui non siamo abituati vi metterà di certo di fronte a situazioni un po’ imbarazzanti oppure a eventi che non saprete bene come prendere. Per questo motivo, se state pianificando un trasferimento in Germania oppure se a breve vi troverete a viverci, eccovi alcuni consigli per superare i primi tempi, ecco le 10 cose da sapere se state andando a vivere in Germania!

1. Pfand (deposito)

Molto presto, in Germania, vi troverete ad avere a che fare con la pfand, ovvero un piccolo deposito che pagherete in anticipo su alcuni beni di prima necessità che acquisterete. Ad esempio, una bevanda al supermercato e non solo, sia essa una bottiglia d’acqua o una birra. Quando la acquistate, pagherete – compreso nel prezzo – anche un piccolo deposito che però vi verrà restituito se andrete a riportare il vuoto presso gli appositi punti di raccolta.

2. Molti contratti si rinnovano automaticamente

Moltissimi contratti (di servizi) si rinnovano in automatico alla fine dell’anno, perciò se vi troverete nella situazione di non voler più rinnovare un contratto, dovete tenere d’occhio il calendario e dare la vostra disdetta circa tre mesi prima del suddetto rinnovo. È comunque importante informarsi molto bene prima di come funziona l’eventuale rinnovo e come dare la disdetta.

3. Se vi serve un medico, potete utilizzare Jameda

L’assistenza sanitaria in Germania è fantastica e non è difficile trovare un medico quando se ne ha bisogno, anche se non parlate la lingua e conoscete solo l’inglese. Tuttavia, la scelta di un medico potrebbe non essere così semplice, motivo per cui vi consigliamo di utilizzare il sito web Jameda che, oltre a fornire recensioni su un determinato medico, vi fornisce anche un elenco in base alle loro specializzazioni o se operano nel campo pubblico (Kassen) o privato (Privat).

4. Sonntag Ruhetag ist

La domenica è un giorno di riposo – la domenica in Germania è sacra. I negozi sono chiusi e, se questo potrà sembrarvi arcaico o frustrante, cercate di godervi le vostre domeniche di libertà andando a fare una passeggiata, un giro in bicicletta o una scampagnata fuori porta, di sicuro non ne potrete più fare a meno!

5. Differenziate sempre i vostri rifiuti

Forse, una delle prime cose da fare dopo essersi trasferiti in Germania, è proprio quella di andare all’IKEA e fare scorta di bidoni per la raccolta differenziata. In teoria, in Germania, si potrebbe buttare tutto in un unico bidone dei rifiuti ma non si tratterebbe dell’opzione più corretta e nemmeno di quella più ecologica. Ogni città ha le sue regole in Germania ma di certo vi sarà difficile scampare alla raccolta differenziata ed alle sue regole.

6. Portate sempre con voi un po’ di denaro contante

La Germania, nonostante la sua indole high-tech, è ancora molto una società di cassa. Molti ristoranti, bar e caffè accettano solo contanti, perciò fate una pausa al bancomat prima di uscire la sera!

7. Aprite subito un conto in banca

La prima cosa da fare, quando si va a vivere in Germania, è certamente quella di aprire un conto corrente, così potrete sistemare tutto il resto (ad esempio, assicurazione sanitaria, telefono cellulare, affitto, lavoro, etc.). In primo luogo, è buono sapere che per aprire un conto corrente è necessario prima fissare un appuntamento presso la banca in cui si vuole aprire il conto e, prima di andare all’appuntamento, assicuratevi di sapere cosa occorre portare con voi (molto probabilmente carta di identità o passaporto, i dati di un altro conto corrente ed eventualmente il vostro contratto di lavoro). In alternativa, esistono anche molti servizi bancari online, ma – per chi è un pochino più old style ed ama il contatto con il pubblico – consigliamo una visita direttamente negli uffici delle banche tedesche.

Vivere a Minorca: una scelta di tranquillità

minorca

Minorca, una scelta di tranquillità

Tra le Isole Baleari, Minorca è senza dubbio quella che più si adatta alle esigenze di famiglie e giovani coppie, per la tranquillità che si respira tra le sue spiagge meravigliose e il suo mare limpido e cristallino. L’isola, ai suoi visitatori, offre spiagge incontaminate, 300 giorni di sole l’anno, clima mite, angoli mozzafiato e calette ancora selvagge. Un mix di puro relax e di avventura. (more…)

Alla scoperta delle Isole Canarie: Tenerife

Tenerife: alla scoperta della più famosa delle Canarie

Oggi, noi di MollareTutto vi proponiamo un luogo unico nel suo genere: Tenerife. (more…)

ESL – Soggiorni linguistici: sei destinazioni per studiare inglese in Irlanda

Imparare l’inglese in Irlanda con i soggiorni linguistici ESL

Se hai in mente una vacanza studio per imparare l’inglese o migliorare il tuo livello ma il caos di Londra o delle metropoli americane ti scoraggiano, l’Irlanda e soprattutto gli irlandesi sono la soluzione ideale per te. (more…)