Voglio Vivere Così Magazine
Guida lavoro per l'estero
Area 54 Marketplace
Isola di Maiorca

Espatriare in Tunisia: vivere, lavorare, fare impresa e andare in pensione a due passi dall’Italia

vivere in Tunisia

Andare in pensione in Tunisia

L’opzione di scegliere di ritirarsi e spendere la propria pensione in Tunisia è un’idea che alletta sempre più pensionati italiani ma anche europei in genere, infatti, per i cittadini italiani che intendano trasferirsi in Tunisia una volta ottenuta la pensione è possibile usufruire di alcuni significativi vantaggi fiscali e di un aumento della pensione stessa. Dal 2007 è in vigore una legge in Tunisia che abbatte i costi d’imposizione sui redditi delle persone fisiche, ossia una legge che permette ai pensionati di far aumentare la propria pensione e di sfruttare un abbattimento significativo dei costi della vita. Per ottenere queste agevolazioni fiscali è necessario che il pensionato risieda in Tunisia, almeno in prevalenza, per cui bisogna richiedere la carta di soggiorno tunisina e dimostrare di aver spostato la propria residenza dall’Italia alla Tunisia. Successivamente, viene richiesta l’apertura di un conto corrente tunisino dove potrà essere accreditata la pensione che verrà percepita al lordo e non verrà tassata dallo stato italiano ma da quello tunisino ricevendo ottime agevolazioni. Se volete spendere la vostra pensione in Tunisia, consultate un avvocato che vi aiuti nelle pratiche burocratiche o, ancora, il portale web Caseintunisia.

Costo della vita, assicurazione sanitaria e conto in banca

Il costo della vita in Tunisia è decisamente più basso rispetto a quello di moltissime nazioni europee o dell’Italia stessa. Inoltre, uno stipendio medio di 1500 euro o anche meno, 800 euro al mese, è di tutto rispetto in Tunisia, soprattutto se considerate che un medico tunisino percepisce meno di 600 euro al mese ed è una delle categorie professionali meglio pagate della Tunisia. Mangiare fuori, infatti, in Tunisia costa dai 3 ai 13 euro (cena per due persone in un ristorante di classe alta); i prodotti alimentari – soprattutto quelli locali e non importati come i formaggi – costano la metà che in Italia e le spese di mantenimento di un appartamento o di una casa non saranno superiori ai 70 euro al mese.

Aprire un conto in una banca tunisina

Aprire un conto in una banca tunisina è facile e veloce. Tutto quello di cui avrete bisogno è il vostro passaporto e la vostra carta di soggiorno tunisina e potrete aprire un conto in una banca del tutto simile a quelle europee o italiane. I maggiori istituti di credito tunisino sono: Central Bank of Tunisia, ATB, BIAT e Arab Banking Corporation. Anche le poste, esattamente come in Italia, possono essere utilizzate per aprire conti bancari o effettuare trasferimenti di denaro.

Sanità e assicurazione medica

Il sistema sanitario tunisino, impostato sul modello francese, è di buon livello e ha standard abbastanza elevati. La sanità pubblica è gratuita e gli ambulatori medici sono abbastanza attrezzati e numerosi sul territorio. Anche la sanità privata è di ottimo livello e, se deciderete di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, nelle strutture private avrete tutte le cure di cui necessiterete. Infine, degno di particolare nota è il sistema sanitario legato alle cure dentistiche della Tunisia che è di ottimo livello e, soprattutto, molto più economico rispetto a quello italiano o europeo in genere. Tanti sono infatti gli stranieri, specialmente francesi e belga, che decidono di recarsi in Tunisia per ottenere cure ortodonzistiche e che, considerando anche il volo e il soggiorno, arrivano comunque a spendere meno che nel loro paese d’origine.

Blog e link utili per espatriare e vivere in Tunisia