Dunque, per un cittadino Ue non occorrono visti. Lo stesso può recarsi nel paese e cercare lavoro senza alcun bisogno di permesso per i primi tre mesi. È necessario però richiedere la registrazione (Anmeldung) entro 14 giorni dall’entrata nel paese. E questo lo si fa all’ufficio del comune (Gemeinde). Per informazioni più complete sul tipo di documentazione che dovrete portarvi dietro, oltre al passaporto, il ricorso all’Ambasciata Svizzera in Italia sarà il primo passo da fare: www.eda.admin.ch. L’Ambasciata Italiana in Svizzera si trova invece a Berna: www.ambberna.esteri.it. E siccome la legislazione cambia, sarà bene informarsi presso il portale della Confederazione, multilingue (tra cui l’italiano) e molto ben fatto: www.ch.ch . Nello specifico, poi, potrete rivolgervi al Ministero degli Affari Esteri svizzero: www.bfm.admin.ch.

A tre mesi dall’entrata in Svizzera sarà obbligatorio acquistare una polizza sanitaria privata. Su questo sito (http://it.comparis.ch) potrete comparare i vari prezzi delle compagnie assicurative private e pubbliche. L’esborso mensile da prevedere è tra i 150 e i 200 euro, ma la valutazione viene fatta sul livello di rischio che il cliente comporta (e non in base all’età). Il sito ufficiale dell’Ufficio Federale della Sanità Pubblica è: www.bag.admin.ch e per l’assicurazione malattia (in francese): www.santesuisse.ch.

La valuta è il franco svizzero e l’attuale tasso di scambio per 1 franco svizzero è pari a: 0,83 €. Naturalmente, nel “paese delle banche”, aprire un conto non è poi così difficile, anzi è facilissimo. Basta scegliere la banca e il tipo di conto che si desidera e il gioco è fatto! Tra i più usati: conto corrente (con interessi bassi), conto per domiciliare lo stipendio (Lohnkonto, compte salaire), conto a risparmio (Sparkonto), con interessi un poco più alti. Altri tipi di conti, tra cui quelli valutari (in franchi svizzeri), potranno esservi spiegati dalle banche stesse.

Tra le banche elvetiche che hanno anche filiali in Italia: UBS (www.ubs.com), Credit Suisse (www.credit-suisse.com). Nel Canton Ticino c’è la BSI (www.bsibank.com), oggi parte del gruppo Generali. Le numerose altre banche, tra cui quelle private e solidissime, si trovano facilmente sulle pagine gialle.