Vivere in Svezia: informazioni utili

Gli Abba, le bionde, la volvo e l’Ikea, ecco le quattro parole chiave che spiegano gli stereotipi legati all’immagine della Svezia!

Ovviamente, quest’affascinante e pur sempre misterioso paese è molto di più. Innanzitutto, non è impermeabile agli influssi che arrivano da fuori. Un numero significativo di stranieri continua, infatti, a immigrare in Svezia, contribuendo ad alimentare le circa 200 nazionalità rappresentate nel paese, che costituiscono quasi il 14% della popolazione. E questo, sebbene in apparenza non sembri, crea un mix interessante di usi e costumi tra quelli locali e quelli esterni.

La Svezia è una monarchia costituzionale e fa parte dell’Unione Europea. Paesaggi affascinanti rimandano al paese che maggiormente in Europa – e forse nel mondo – si preoccupa dell’ambiente. È qui che per legge esistono le allemansraëtten: ogni territorio pubblico o privato deve essere per diritto di accesso pubblico. Ovvero, ognuno può, ad esempio, mettere una tenda in un bosco privato e passarci la notte o farci campeggio per qualche giorno: purché non si abusi del tempo – anche altri hanno diritto a occupare lo stesso spazio -, si rispetti il luogo e la libertà di tutti.

Che dire! Un gran paese, che fa dei diritti del territorio e della parità tra i sessi due dei principi nazionali maggiormente rispettati.

Il viaggio “iniziatico” alla scoperta di questo lembo della penisola scandinava può senz’altro partire dalla mistica Lapponia svedese, a nord, e dalle sorprendenti aurore boreali. È nell’immenso parco nazionale di Abisko che è stata sistemata la Aurora Sky Station, da dove poter ammirare le bande luminose che colorano di verde e rosso il cielo della Lapponia. Ed è qui che si potrà essere alloggiati nel famoso “Icehotel” (hotel tutto scolpito nel ghiaccio), dove la colazione viene servita in tazze di ghiaccio a meno 5 gradi! La carne di renna salata e affumicata è il piatto nazionale e al Circolo Polare Artico si trovano Luleå e Kiruna, gli ultimi avamposti del mondo civilizzato, dopo dei quali iniziano le terre selvagge.

Nella parte centrale del paese si trovano bellezze naturali e culturali di estremo interesse. Imperdibile la visita alla città medievale di Uppsala e al bellissimo paesino di Sigtuna. Qui si trova anche l’antica miniera di rame di Falun, oggi catalogata come Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco.