Voglio Vivere Così Magazine
Guida lavoro per l'estero
Area 54 Marketplace
Isola di Maiorca

Paesi Bassi: le cose da sapere se sognate di mollare tutto e andarci a vivere

paesi bassi

Oltre ad Amsterdam, la città che riveste un’importanza notevole è l’Aia (Deen Haag in nederlandese), sede d’importanti istituzioni dello Stato (Governo, Parlamento e Residenza del re) e di alcune altre internazionali e di capitale importanza per la storia e la cultura europee: la Corte Internazionale di Giustizia e la Corte Penale Internazionale.

Chiaramente “multiculturali”, visto anche l’importante passato coloniale, i Paesi Bassi sono tuttavia in pieno dibattito, soprattutto per quanto riguarda l’integrazione della popolazione di religione musulmana. La componente multietnica del paese è molto evidente, soprattutto in città come Rotterdam.

Nell’ordine, Amsterdam, Rotterdam, l’Aia e Utrecht sono le città principali, mentre il paese è suddiviso in 12 province: Brabante settentrionale, Drenthe, Flevoland, Frisia, Gheldria, Groninga, Limburgo, Olanda meridionale, Olanda settentrionale, Utrecht, Overijssel e Zelanda.

Un patrimonio riconosciuto dall’Unesco (8 monumenti dichiarati), bellezze paesaggistiche, come i suoi fiumi, i parchi e i famosi canali di Amsterdam, un tesoro culturale notevole e l’amore per le arti e l’architettura, particolarmente creativa quest’ultima … fornisco un quadro soltanto sommario di questo stato.

C’è, naturalmente di più!

I Paesi Bassi sono famosi per le libertà. Nella capitale sono legali e molto frequentati i coffee-shop del quartiere a luci rosse, ovvero la prostituzione è legalizzata; le droghe leggere sono vendute liberamente (ai maggiorenni); i matrimoni omosessuali con diritto di adozione sono legali … questo basta per dare l’idea di una volontà politica tendenzialmente liberista e di tolleranza.