Visto e burocrazia

Se avete deciso di recarvi in Corea del Sudcome turistinon avrete bisogno di richiedere alcun visto particolare per entrare in territorio sudcoreano e potrete restare nel paese per un periodo massimo di tre mesi (90 giorni). Al contrario, se la vostra intenzione è quella di trasferirvi in Corea del Sud per motivi di lavoro o studio oppure per rimanere in questo paese dell’Asia per più di tre mesi, allora avrete bisogno di un visto particolare. Le categorie per i visti coreani sono molte ma, quelle che potrebbero tornarvi più utili sono elencate qui sotto:

  • D-2 visto studentesco: pensato per coloro che si recano in Corea del Sud per studiare o per frequentare corsi o scuole di alta formazione. Per ottenere questo tipo di visto si ha bisogno di un passaporto valido, una lettera di accettazione dello studente da parte dell’istituto sudcoreano, copie certificate di eventuali diplomi di laurea o master e la dimostrazione di possedere abbastanza fondi da poter risiedere in Corea del Sud per tutta la durata degli studi. Se si decide di richiedere questo tipo di visto è bene ricordarsi che agli studenti stranieri con visto studentesco non è concesso lavorare a tempo pieno in Corea del Sud. Insieme al visto tipologia D-2 esiste anche il visto D-4 che ha durata inferiore rispetto al visto studentesco D-2, ossia di un solo anno di permanenza, ed è pensato per coloro che vogliono recarsi in Corea del Sud per perfezionare lo studio della lingua coreana;
  • C-2 visto per un soggiorno di breve durata per affari: questo visto viene concesso a coloro che hanno intenzione restare in Corea del Sud per un periodo massimo di 90 giorni e svolgere ricerche di mercato, consulenze, contratti o trattative relativi ad attività di business e lavoro. Per essere ottenuto, oltre a documentazione ordinaria (fototessera, moduli compilati, passaporto) richiede anche un formale invito da parte di un’istituzione sudcoreana con cui si collaborerà durante la permanenza in Corea e che certifichi le finalità del viaggio;
  • C-4 visto di lavoro a tempo determinato: richiedono questo visto coloro che intendono recarsi in Corea del Sud per svolgere attività artistiche, pubblicitarie o relative al mondo della moda ma temporanee, ossia nell’arco di meno di 90 giorni. Anche in questo caso, oltre alla documentazione ordinaria, è necessario presentare una lettera di referenze per l’impiego firmata e convalidata dal Ministero di riferimento dell’attività che s’intende svolgere e una lettera di richiesta per il rilascio del visto da parte dell’ente o dell’impresa ospitante in Corea del Sud;
  • D-8 visto lavorativo: questo visto permette di lavorare in una filiale straniera e ha validità un anno con possibilità di proroga. Anche in questo caso è necessario presentare una lettera formale d’invito da parte dell’ente o dell’impresa che ha intenzione di assumervi in Corea del Sud;
  • D-9 visto per svolgere attività commerciali: con questo permesso di soggiorno potrete gestire un’impresa o svolgere attività commerciali privatamente in territorio sudcoreano. Per ottenere questo visto è necessario presentare un documento in cui si attesti che si lavora in un’impresa regolarmente iscritta all’albo delle imprese coreane e che si percepisce un reddito o uno stipendio;
  • E-2 visto per insegnare una lingua straniera in Corea del Sud: gli insegnanti di lingua straniera, soprattutto dell’inglese, sono molto richiesti in Corea del Sud, per cui esiste un visto pensato appositamente per chi si vuole recare in Corea del Sud con questo intento. Questo visto ha validità di un anno con possibilità di proroga e per ottenerlo si deve presentare un certificato di abilitazione all’insegnamento e il contratto di assunzione da parte dell’istituto scolastico sudcoreano.

Ad ogni modo, come detto sopra, le categorie dei visti per recarsi in Corea del Sud sono moltissime per cui, quando dovrete richiedere il visto a voi più confacente, è bene collegarsi prima di tutto alla pagina dell’Ambasciata coreana in Italia per ottenere informazioni o un aiuto concreto nella richiesta del visto. In secondo luogo, potrete richiedere il vostro visto direttamente online tramite il sito dell’Immigrazione coreana oppure collegarvi al sito web del Ministero degli Affari Esteri o al portale Hi Korea per scaricare appositi moduli o trovare alcune indicazioni utili su come richiedere un visto per la Corea del Sud.