Voglio Vivere Così Magazine
Guida lavoro per l'estero
Area 54 Marketplace
Isola di Maiorca

Stati Uniti

Andare a vivere alle Bahamas

andare a vivere alle Bahamas

Burocrazia e visti per trasferirsi alle Bahamas

I cittadini italiani che voglio entrare alle Bahamas per un periodo inferiore ai 90 giorni, ossia 3 mesi, non hanno bisogno di richiedere alcun visto. Infatti, vi basterà possedere un biglietto aereo di andata e ritorno e un passaporto valido per almeno sei mesi. Lo stesso vale per il visto di lavoro ma sarà possibile rimanere solo per 90 giorni. Perciò, nel caso in cui abbiate il desiderio di rimanere più di 90 giorni sul territorio delle isole Bahamas e lavorare, allora, dovrete fare richiesta di un permesso di lavoro che viene rilasciato solo se si è in possesso di un contratto di lavoro e se non ci si trova già sul territorio delle Bahamas.

Rilascio del permesso di lavoro per le Bahamas

Normalmente, il vostro futuro datore di lavoro dovrebbe essere a conoscenza dell’intera procedura ma, in caso non lo fosse o vi venisse richiesto di occuparvene, prendete subito contatti con l’Ambasciata delle Bahamas in Italia a Roma e Milano (che non sempre sono autorizzate a rilasciare visti che, infatti, in Europa vengono rilasciati dall’Ambasciata delle Bahamas a Londra) e chiedete informazioni/assistenza durante la procedura di richiesta del permesso di lavoro per le Bahamas che deve essere inoltrata al Dipartimento dell’Immigrazione di Nassau. Vi verrà quindi richiesto:

  • Dichiarazione da parte del vostro futuro datore di lavoro (contenente tutte le informazioni necessarie alla richiesta del permesso di lavoro, la posizione che si andrà a svolgere e la durata del rapporto di lavoro);

  • 1 copia della pagina con i vostri dati sensibili del passaporto (valido);

  • 2 fotografie formato fototessera;

  • Fedina penale;

  • Certificato medico;

  • Referenze scritte dai precedenti datori di lavoro;

  • Notifica da parte del Dipartimento del lavoro delle Bahamas che sottolinei che nessun cittadino della Bahamas era disponibile o reperibile per la posizione che andrete ad occupare.

I permessi di lavoro possono essere di breve termine o a lungo termine e se siete a conoscenza dell’inglese, la procedura è spiegata passo passo sul portale del Dipartimento dell’Immigrazione delle Bahamas. Vi consigliamo di muovervi per tempo nel caso vogliate richiedere un permesso di lavoro per le Bahamas perché la procedura potrebbe essere lunga anche più di un mese.

Permesso di residenza permanente per le Bahamas

È possibile richiedere un permesso di residenza permanente per le Bahamas se si è sposati con un cittadino/a delle Bahamas, oppure se avete acquistato un bene immobile alle Bahamas, lavorate alla Bahamas da almeno 10 anni, lavorate alle Bahamas come insegnante o infermiere da almeno 10 anni, lavorate come rappresentante religioso alle Bahamas da almeno 20 anni.

Un weekend a Detroit

detroit

Detroit: alla scoperta della città più popolosa del Michigan

La città di Detroit, la più popolosa del Michigan e la più grande città di confine tra Canada ed USA, venne così chiamata dall’ufficiale francese Antoine La Motte, che vi istituì il proprio quartier generale nel 1701. (more…)

Le 10 città degli USA a misura di bambino

città americane studiare all'estero lavorare in america

Città americane: le 10 a misura di bambino

La primavera è ormai inoltrata, e le vacanze estive si avvicinano. Cosa scegliere ? Dove andare ? E i bimbi? Bene, con l’aiuto di Volagratis (dove potrete trovate voli ed offerte di ogni tipo), vi presentiamo le 10 città americane “a misura di bambini” (e ragazzi): per divertirsi in famiglia, visitare posti nuovi e, perchè no, immergersi nella lingua internazionale per eccelleza. (more…)

USA: scegliere il College migliore da frequentare

città americane studiare all'estero lavorare in america

Studiare all’estero: come scegliere il miglior college da frequentare negli USA

Scegliere il College da frequentare non vuol dire sempre scegliere il migliore o il più blasonato. Spesso vuol dire scegliere un luogo che più di un altro si adatti alle nostre necessità di studente, soprattutto se si vuole studiare all’estero. Negli Stati Uniti, ad esempio, ci sono College talmente diversi tra loro (sia pubblici che privati) che sceglierne uno piuttosto che un altro, spesso vuol dire scegliere un diverso stile di vita, di attività, un diverso modo di “conoscere gli altri”. Come segnalato da un’importante rivista del settore, pubblichiamo i cinque College americani definiti “più interessanti”, secondo diversi punti di vista. A questa aggiungete la possibilità di raggiungere gli USA con voli Volagratis, in tutta comodità, da diversi aeroporti italiani, ed il gioco è fatto: Buono Studio !! (more…)

Trasferirsi a vivere, lavorare e fare impresa in USA, ecco le cose da sapere

città americane studiare all'estero lavorare in america

Vivere e lavorare in America:le cose da sapere

Le parole “migrazione” e “Stati Uniti” per gli italiani dovrebbero significare qualcosa. È tanta la letteratura legata a quest’episodio della migrazione italiana dell’inizio del secolo scorso che narra le non poche umiliazioni e le sofferenze dei connazionali sfuggiti alla miseria più nera di una nazione che si “stava facendo”. Questi approdavano in un paese al di là dell’oceano, sconosciuto ai più. Noti sono i romanzi e i film che raccontano l’arrivo a Ellis Island di masse di disperati con la “selezione” dei più idonei che, non sempre, ricevevano il permesso di fermarsi e potevano così realizzare il loro sogno. La storia degli italiani in America è quella di una migrazione di successo – numerosissimi italo-americani figli e nipoti di migranti hanno potuto affermarsi a tutti i livelli della vita americana –, di delinquenza (chi non conosce il film IlPadrino?) e persino di fallimenti. (more…)