Voglio Vivere Così Magazine
Guida lavoro per l'estero
Area 54 Marketplace
Isola di Maiorca

Mollare tutto per andare a vivere alle Canarie

vivere alle canarie

Il costo della vita, l’immobiliare, il lavoro alle Canarie

Vale la pena aprire questa sessione citando Fabio Chinellato (italiano) che ha un’esperienza nell’imprenditoria immobiliare di notevole interesse e le cui proposte e servizi si rivolgono prettamente a un pubblico italiano che intenda investire e/o trasferirsi alle Canarie. In quanto a informazioni sulle possibilità d’investimento, indirizzi utili per l’immobiliare, la ricerca del lavoro, informazioni di carattere generale e specifico sull’arcipelago, il sito curato da Fabio è completo, anzi completissimo www.infocanarie.com. Da attingervi a piene mani!

Il costo della vita è sicuramente più basso rispetto sia al continente sia al resto d’Europa, godendo le isole di un “trattamento” fiscale particolare – ma non siamo in un paradiso fiscale – in cui l’IVA è sostituita da una tassa directa canaria detta IGIC, inferiore (grava di circa il 7%). Anche dal punto di vista dei prelevamenti fiscali – sia per le imprese che per gli individui – le Canarie godono di un trattamento preferenziale e più economico rispetto al concerto europeo, denominato REF (Regime Economico e Fiscale delle Canarie) che eleva a circa il 4% (contro il 30% della madre patria) il prelievo suo reddito. Questo interessa particolarmente chi abbia intenzione di avviare un’attività imprenditoriale.

L’immobiliare ha subito il contraccolpo della post bolla, come dappertutto in Spagna. Per cui per l’acquisto di un appartamentino (intorno ai 50 mq) si può anche arrivare a pagare sui 50.000/60.000 euro. Ma non si tratta di beni di particolare valore (in genere urbanizzazioni, molto distanti dal mare, spovviste di servizi, con qualità di costruzione piuttosto bassa). Se si è disposti ad investire poco di più, ma restando pur sempre al di sotto dei 100.000 euro, l’appartamento è più bello, più vicino al mare e al centro urbano e maggiormente “servito”. Gli affitti di appartamenti con una o due camere viaggiano intorno ai 400/550 euro. Esistono certo ville d’eccezione in zone privilegiate, come i campi da golf, e se ve lo potete permettere, tenetevi pronti a sborsare sui 600.000/800.000 euro. Tra le agenzie immobiliari a cui rivolgersi, oltre a Infocanarie (citato sopra), potete dare un’occhiata a questa selezione: www.canaryproperty24.com, www.inmobiliariabarreras.net, www.grupopezazul.es. Due portali sono molto attivi e affidabili per tutta la Spagna, e dunque anche per le Canarie: www.idealista.com, www.fotocasa.es. Gli annunci di privati del principale portale nazionale – http://tenerife.loquo.com – non sono da sottovalutare, così come il quotidiano online: www.canarias7.es, alla sezione “Tus anuncios”.